Lavoratori

I lavoratori sono chiamati a tutelare salute e sicurezza proprie e altrui, rispondendo delle loro azioni o mancanze (e delle relative conseguenze) alla luce della formazione, delle istruzioni e dei mezzi messi a disposizione dal datore di lavoro.

Un’adeguata formazione per il lavoratore, in materia di sicurezza e salute in azienda, deve comprendere i seguenti contenuti:

  • Rischi per la salute e la sicurezza sul lavoro associati all’attività dell’azienda;
  • Procedimenti relativi al primo soccorso, alla lotta antincendio, all’evacuazione dei luoghi di lavoro;
  • Nominativi dei lavoratori incaricati di applicare le misure di primo soccorso e prevenzione incendi;
  • Nominativi dell’RSPP, degli addetti del servizio di prevenzione e protezione e del medico competente.

Inoltre, i lavoratori devono ricevere, dal datore di lavoro, informazioni riguardo:

  • Rischi specifici derivanti dalle mansioni svolte;
  • Potenziali pericoli legati all’uso di sostanze o preparati pericolosi in base alle schede dei dati di sicurezza disposte dalla normativa vigente;
  • Procedure di buona tecnica, azioni protettive e preventive da impiegare.

I contenuti sopra citati devono essere chiari, in modo da facilitarne l’assimilazione da parte dei lavoratori.
Qualora vi siano dipendenti di diversa nazionalità, si deve predisporre una verifica della comprensione della lingua utilizzata per la trasmissione delle nozioni.
Inoltre, il datore di lavoro deve garantire, a ogni lavoratore, una formazione idonea sui concetti di: prevenzione, protezione, rischio, danno, pianificazione di misure preventive azienda, diritti e doveri delle diverse figure aziendali, organi di vigilanza, controllo e assistenza.

Se vuoi maggiori informazioni o richiedere un preventivo per la formazione dei lavoratori per la sicurezza sul lavoro

  • PMI Servizi n° verde
  • Contatta PMI Servizi